Franco Cisternino

Franco Cisternino nasce a Foggia il 21/07/’69, dove studia e consegue il diploma di Maestro d’Arte. Fin da bambino ha avuto una speciale predilezione per il disegno e la pittura che ha coltivato nel tempo. Ancora in età scolare, studia ed approfondisce varie tecniche tra cui olio, acquarello, grafite e punta secca spaziandovi con estrema maestria. Gli vengono commissionati diversi lavori e, dopo molteplici apprezzamenti, decide insieme a suo fratello gemello Carmine di approfondire quella che per loro non era solo una passione, ma una forma di espressione ed una scelta di vita. Negli anni in cui frequentano l’Istituto Statale d’Arte accrescono sempre più le loro già innate capacità artistiche, vincendo molti concorsi ed estemporanee, grazie al loro legame che li porta ad una sana competizione. Lavora molto ma solo su commissione, dedicandosi a lavori impegnativi come l’incisione e oli di grande formato. Successivi motivi di lavoro e di famiglia lo portano a vivere Torino e poi ad Aprilia (LT) dove risiede attualmente ed a dipingere solo occasionalmente. Ma nel 2002, grazie all’incitamento di suo fratello gemello Carmine, riprende con vigore la sua antica forma di espressione e di pensiero riproponendo al pubblico, attraverso mostre concorsi e manifestazioni, scorci e rappresentazioni naturalistiche dove si sofferma a raccontare atmosfere, luoghi e temi di notevole interesse imprigionandoli sulla tela con grande armonia d’insieme. Nessuna delle sue opere può slittare nell’indifferenza soprattutto perché l’Artista riesce sempre a rappresentare, con fresca ispirazione realistica, una realtà viva, trasmettendo quanto essa ha di magico.
Nella sua cura minuziosa del particolare, trasfonde la perfezione della Natura ed il profondo sentimento Umano della Vita.

forza-e-femminilita

maliziosa

rinascita

silhouette

avvenenza

1486841_732683653466882_4313721740059803399_n

13164314_962038113864767_616623231135986541_n

timeless

soffio

inno-alla-gioia

Principali manifestazioni e mostre dell’artista:
2003
(Maggio), manifestazione d’Arte “Certaldo in cornice”, (Firenze);
(Luglio), manifestazione d’Arte “Premio Torvaianica” sala Cardinal Pizzardo, (Pomezia);
(Novembre), X Concorso internazionale di pittura “Il Gioco nell’Arte” in Villa Ormond a Sanremo, (VI classificato).
2004
(Febbraio), manifestazione internazionale di pittura “Metti una canzone in cornice” in concomitanza al Festival di Sanremo in Villa Ormond, (Sanremo);
(Aprile), esposizione in collettiva “Paesaggi d’Italia” Sala Foresi in Civitanova Marche, (MC);
(Giugno), “Prima Marguttiana città di Nemi”, (ROMA);
(Giugno), esposizione in collettiva “Tra Realtà e Fantasia” come “GEMELLI IN ARTE”, (Foggia);
(Luglio), “Marguttiana dei Palmensi” Marina Palmense, (Fermo);
(Agosto), esposizione “GEMELLI IN ARTE” presso Bottega d’Arte, (Sanremo);
(Novembre), 4° trofeo Acca in…Arte “Autunno a Roma” presso l’Hotel Four Point Sheraton Roma West.
2005
(Febbraio), 2° premio internazionale “La Scarpetta di Cenerentola” per illustratori di miti fiabe e racconti per l’infanzia, (Fermo);
(Giugno), esposizione “GEMELLI IN ARTE” presso la Biblioteca comunale “Sala Manzù”, (Aprilia);
(Dicembre), PIACENZA ARTE 1° Mostra Mercato di Arte Contemporanea dedicata agli artisti “Stand come “GEMELLI IN ARTE”
2006
(Gennaio), 5° trofeo Acca in…Arte “Autunno a Roma” presso l’Hotel Four Point Sheraton Roma West;
(Settembre), Esposizione dei “GEMELLI IN ARTE” presso la galleria “Bellini arte” Cascina, (Pisa).
(Novembre), trasmissione televisiva “ TRA FORMA E COLORE “ in onda sui canali SKY (SAT8/SAT9)e su TV regionale del lazio condotta da ANDREA DIPRE’ (Roma).
(Dicembre), conferimento del premio Rembrant a Lecce.
2007
(Febbraio), Trasmissione televisiva “ L’ITALIA DI DIPRE’ ” in onda sui canali SKY e su TV regionale Emilia Romagna condotta da ANDREA DIPRE’.
(Marzo), Stand “GEMELLI IN ARTE” alla Fiera di Arte Contemporanea “Vernice Art Fair” Forlì.
(Ottobre), Rassegna internazionale d’Arte “ Roma 2007 “ presso Basilica S. M. del Popolo sala Agostiniana Organizzata dalla “Galleria d’Arte CRISPI”.
(Novembre), Collettiva Novembre 2007 dal 24 Novembre al 12 Dicembre presso la “Galleria d’Arte 18” in Bologna.
(Dicembre), Esposizione dal titolo “ Tra realtà ed Illusione” dei “GEMELLI IN ARTE” dal 05/12 /’07 al 04/01/’08 presso “Banca Sella” in via Bertoloni, 9 (località Parioli) Roma.
(Dicembre), Trasmissione televisiva “L’Italia di Diprè” in onda tutte le Domeniche dalle 12,00 alle 13,00 su AB cannel 920 e tutte le sere dalle 22,00 alle 23,00 sul canale 814.
2008
(da Gennaio a Giugno), Trasmissione televisiva “L’Italia di Diprè” in onda tutte le Domeniche dalle 12,00 alle 13,00 su AB cannel 920.
(da Gennaio a Giugno), alcune nostre opere entrano a far parte del movimento artistico “METROPOLISMO” e presentate da Andrea Diprè tutte le sere sul canale SKY 932 “Carpe Diem” dalle 23,00 alle 24,00.
(Gennaio), in collaborazione con la “Galleria MONDARTE” di Anzola dell’Emilia (Modena) con opere in permanenza e in televendita sulle TV locali..
(Marzo), Esposizione in collaborazione con Galleria d’arte Mondarte e il ristorante LA TABERNA di BACCO di via Serlio n.26/22 Bologna da giovedì 12 Marzo per 2 mesi “GEMELLI IN ARTE”.
(Aprile), Esposizione dal titolo “ Tra realtà ed Illusione” dei “GEMELLI IN ARTE” dal 07/04 /’08 al 28/04/’08 presso “Banca Sella” in via dei Mille 9/11 Firenze.
(Ottobre), Esposizione  “”Gemellare”” dal titolo  “Tra illusione e Realtà”  in BANCA SELLA in via Massarenti, 416 a  BOLOGNA dal 10/10/’08 al 14/11/’08
(Novembre), Siamo presenti alla Fiera di Reggio Emilia con la Galleria “MONDARTE” dal 28/11/’08 al 01/12/’08 stand D28
(Dicembre), Presenti in una collettiva alla “Contemporanea Galleria d’Arte ” di Foggia in viale Michelangelo, 65 dal 07/12/2008 al 31/12/2008
2009
(Luglio /Agosto), Presenti in varie collettiva con la “Contemporanea Galleria d’Arte ” in viale Michelangelo, 65 Foggia.

2010
(Gennaio), esposizione doppia personale dei “Gemelli in Arte” presso la “Contemporanea Galleria d’Arte” in viale Michelangelo, 65 Foggia
(Aprile), esposizione dal 22 Aprile al 8 Maggio 2010 presso il REDSTAR CULTURE THEATRE  di HANGZHOU in CINA
(Maggio), esposizione dal 10 al 25 Maggio presso XIHU DISTRICT ZHUANGTAN CHUANGYI ROAD HANGZHOU, e LAODONG ROAD 102 di HANGZHOU in CINA
(Maggio), esposizione in FIERA internazionale dal 27 al 31 Maggio presso Westlake Art Fair di HANGZHOU in CINA
(Giugno), esposizione dal 1 al 15 Giugno presso il REDSTAR CULTURE THEATRE  di HANGZHOU in CINA
2011
(Marzo), doppia mostra personale dei “GEMELLI IN ARTE”, inserita nell’ambito della decima edizione della rassegna ‘Vico Vitri Arte’, presso la Torre degli Upezzinghi in Calcinaia (Pisa).

Silvia Amendola

SILVIA AMENDOLA

Artista per passione, non professionista. Grazie alla Associazione Arte Mediterranea (Aprilia) dal 2011 ha potuto riaccostarmi alla pittura frequentando un corso di Acquerello. Un ringraziamento speciale al Maestro Antonio de Waure per i suoi preziosi consigli.

Per saperne di più sull’Associazione Arte Mediterranea visita il sito www.artemediterranea.org

Mostre e Eventi

Partecipazione alla manifestazione “Fabriano in acquerello” – 2015 con l’opera “L’abbraccio” nel gruppo Italy.

L’opera “Il Segreto” è stata inclusa nel libro di Poesie LIBERA ESPRESSIONE (Rapsodia Edizioni, 2014) di Daniele Falcioni – Dicembre 2014

Mostra Collettiva “Semplicemente…..donne”, Nettuno – Forte Sangallo – 16-21 Settembre 2014

Mostra Collettiva “Lo sguardo del cuore” , Anzio -Villa Sarsina – 20-30 Maggio 2014

Mostra Personale “Momenti di Leggerezza”
Aprilia (LT) – Sala Manzù – 12-21 Ottobre 2013

il-vuoto_28x35

20151218_184602-1-2

bicicletta

il-direttore35x48

la-marcia-degli-elefanti

labbraccio_43x33

nostalgia27x33

soffione

verso-lampedusa

il-bacio

Francesco Guadagnuolo

Egli opera tra Roma, Parigi e New York. Diplomato presso l’Istituto d’Arte “Filippo Juvara” di San Cataldo (CL), ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Roma conseguendo il titolo di Maestro d’Arte. Pittore, scultore, incisore. L’attività artistica è stata segnata dagli incontri con alcuni grandi protagonisti della cultura e dell’arte del Novecento, tra cui: Giacomo Manzù, Indro Montanelli, Pericle Fazzini, Mario Ursino, Cesare Zavattini. Nel 1978 ha conosciuto l’Arcivescovo Mons. Fallani, Presidente della Pontificia Commissione Centrale per l’Arte Sacra in Italia, da quest’incontro Guadagnuolo sarà considerato come uno dei più apprezzati e persino geniali artisti dell’arte sacra contemporanea, «Sa comprendere la realtà in cui vive – diceva di lui Giovanni Fallani – e, conservando sullo sfondo delle cose il suo acceso calore siciliano, sa essere, in questi anni irrequieti, un testimone di riflessioni giuste e di poesia». Frequentando la Pontificia Commissione Guadagnuolo si dedicò lavori di tema religioso commissionati dall’eccellente prelato. La sua intensa attività artistica gli ha consentito di inserirsi nei circuiti internazionali dell’arte con mostre tenute in Musei, Accademie, Filarmoniche e Gallerie di New York, Los Angeles, Buenos Aires, Città del Messico, Vienna, Madrid, Barcellona, Parigi, Francoforte, Zurigo, Basilea, Londra, Copenaghen, San Pietroburgo, Mosca, Istanbul, Tokio e Warszawa.rk.

Saltando da una opera all’altra: In occasione dell’Anno Mariano, indetto da Giovanni Paolo II, Guadagnuolo ha lavorato ad un ciclo di dipinti su “La Vita di Maria”. La sua opera è stata presentta per l’apertura dell’Anno Mariano al Santuario romano della Madonna del DivinoAmore (1987); Nel 1988 l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana “Giovanni Treccani” ha curato un’antologica in segno di riconoscimento artistico-culturale, dove viene presentata la “Crocifissione”, definita dal Vescovo Garlato, della Pontificia Commissione di Arte Sacra ‹‹… una delle opere più grandi ed importanti del nostro secolo››. ‹‹La nota “Crocifissione” – scrive Renato Civello – colpisce la critica, i cui esponenti ritengono Guadagnuolo interprete del nuovo realismo italiano del dopo Guttuso››; “Il Debito Estero”-verso una nuova solidarietà esposto permanentemente nella prestigiosa Sala dell’ECOSOC del Palazzo di Vetro di New York, come già era avvenuto con Giacomo Manzù e Arnaldo Pomodoro; nelle elezioni presidenziali USA, del novembre 2012, Francesco Guadagnuolo, con una mostra itinerante dal titolo “Barack Obama”, rende omaggio al riconfermato Presidente.

di Marina Cozzo

Clicca qui per visitare il Sito ufficiale del Maestro

383562_336417663087548_700753327_n

582117_336388613090453_1678586209_n

521620_336406809755300_285849437_n

533918_336416023087712_204854910_n

294898_355234971205817_1568692047_n

551926_336407413088573_379436089_n

575937_336415586421089_1477524771_n

524410_331274206935227_826587656_n

537734_502660859796560_810295710_n

465636_355231517872829_2013768030_o

Jacopo Fortino

Jacopo Fortino nasce a roma il 28 settembre 1988, fin da bambino esprime la sua vena artistica, in particolare pittorica, che si affinerà pian piano studiando materie techinche e artistiche.

Nonostante la vena artistica persistente intraprende studi scientifici che lo portano a studiare in un liceo tecnologico dove sviluppa capacità di disegno tecnico nelle varie prospettive e di disegno computerizato.

Passando dal disegnare su carta a dipingere su tele e tavole matura la sua capacità pittorica ed espressiva che tutt’ora esprime giorno dopo giorno nella vita quotidiana.

543884_10200633028499218_30885257_n10259722_696781360378357_9026198689907034472_n

10271230_696531490403344_7641657446416613194_o

10306082_705988656124294_1794113402591868452_n

10850171_871717469551411_5801745765793385483_n

11377374_910824928973998_538567158527612013_n

11403279_910824978973993_176269667570081959_n

10176091_699729906750169_5206564988345627716_n

10155405_696781343711692_6483392210876631841_n

10168074_701212829935210_7267379399688095103_n

10169291_696773270379166_1298852837784514044_n

Aldo Rusconi

Aldo Rusconi è nato a Milano il 25 luglio del 1944 e ha trascorre la sua adolescenza a Roma dove vi rimane fino al 1967, per poi arrivare definitivamente ad Aprilia dove ancora oggi vive in via Carducci. Ha intrapreso all’età di 9 anni la sua attività artistica, una passione fiorita prestissimo ma che a causa di vicissitudini familiari ha dovuto abbandonare per un lungo periodo, per dedicarsi ad un altro lavoro che gli permettesse di contribuire alla vita familiare. La passione per l’arte una volta riaffiorata non lo ha più lasciata: continua a dipingere i suoi quadri immerso nel suo mondo fatto di tele colori espressioni e sentimenti che solo chi vi appartiene può comprendere fino in fondo.

Utilizzando gessi, crete e pastelli per artisti, Rusconi crea soggetti brillanti e molto personali sfumando i colori con le dita, fondendoli insieme, e fissando le velature più significative con getti di spray, in una fusione stratificata di diverse tinte colorate: un “modo diverso” di esprimersi pittoricamente. Non ci sono correnti artistiche definite alle quali Rusconi si possa ascrivere, e non ci sono stati nella sua carriera maestri che lo hanno indirizzato verso precise modalità di pittura, però gli piace ricordare di esser nato artisticamente verso i 9 anni, autodidatta, quando iniziò a dipingere per piacere personale, rendendosi conto poi nel corso degli anni delle sue qualità, oggi note a tutti. Ci descrive con piacere gli anni giovanili, vissuti a Roma in zona Tritone, quando la mattina lavorava in pasticceria e la sera dipingeva in una soffitta, influenzato dalle magiche atmosfere notturne di una Roma anni Sessanta. Proprio in questi anni conobbe il pittore Vincenzo Mangiano, divenuto poi suo amico, che lo avvicinò ancora di più alla pittura, scoprendo da subito in lui grandi potenzialità. Da quel momento in poi il dipingere divenne un requisito fondamentale della sua esperienza di vita, una modalità di comunicazione necessaria cui non potè più fare a meno.
Del suo curriculum artistico ricordiamo le sue mostre personali più recenti: nel 2001 la mostra
al “Centro Polivalente” di Aprilia, in collaborazione con la Scuola D’Arte Mediterranea e gli amici pittori Claudio Cottiga e Dino Massarenti, nel 2002 la mostra già presso la Sala Manzù della Biblioteca Comunale di Aprilia e nel 2004 la mostra presso il Bar Latino di Aprilia e la mostra “La Tavolozza, ed altre mostre personali ad Aprilia e Sabaudia tra il 2005 ed il 2006. Da non scordare poi le due mostre che si sono svolte presso la Banca Nazionale Del Lavoro di Aprilia rispettivamente nel 2001 e nel 2002.

(di Luca Annovi)

Maria Grazia

Maria Grazia ha2 51 anni e dopo gli studi tecnici ha lavorato come impiegata. Intorno ai 35 anni ha iniziato ad approcciarsi all’arte figurativa in generale e ha partecipato a qualche mostra.

Nel 2002 partecipa alla 1° edizione della “Rassegna d’Arte Figurativa” del Rotary Club International di Aprilia-Cisterna presso la Sala Manzù di Aprilia dal tema “L’uomo e l’ambiente”.

Nel 2003 partecipa alla 2° edizione della “Rassegna d’Arte Figurativa” del Rotary Club International di Aprilia-Cisterna presso la Sala Manzù di Aprilia dal tema “Riflessi”, vincendo il 5° premio.

Nel 2004 partecipa alla 3° edizione della “Rassegna d’Arte Figurativa” del Rotary Club International di Aprilia-Cisterna presso il Palazzo Castani di Cisterna di Latina dal tema “Acqua”.

16117799_10210009310961660_1700929994_n

16117883_10210009309841632_539054783_n

universo

16128443_10210009310721654_1391882964_n

16117665_10210009310401646_1003439799_n

16117755_10210009310561650_1008948349_n

16117934_10210009310081638_248732349_n

16118481_10210009311001661_965532178_n

16144342_10210009310761655_1894782369_n

16144798_10210009310521649_959317791_n

Alessia Farina

Alessia ha iniziato ad esprimere le sue emozioni attraverso l’arte nel 2008 con il quadro della coppia nuda con il quale ha partecipato al concorso sulla “Condivisione”.  L’opera è stata eseguita in tecnica mista (acquerello e matite colorate), grazie agli insegnamenti del maestro Antonio De Waure dell’Associazione Mediterranea di Aprilia, ed è stata premiata con una nota di merito per aver dato forma al messaggio richiesto.

Ha sempre amato disegnare e, da autodidatta, ha cominciato a prendersi sul serio  notando che in questa vita così frenetica aveva bisogno di fermarsi, ascoltarsi e parlare usando semplicemente un foglio e una matita.
Con sua immensa soddisfazione, sono tante le persone che hanno ascoltato le sue emozioni molte delle quali le hanno presenti nelle loro case.
Dal 2013 al 2015 si è momentaneamente allontanata dalla pittura per dedicarsi alla sua meravigliosa bambina, nata nel 2013.
Dopo essere diventata mamma si è sentita cambiata e ha ripreso a disegnare con una passione tale da affezionarsi sempre di più alle ultime opere, tutte eseguite con tecnica a matita, chiaro scuro.
Attualmente è alla ricerca di nuove sensazioni per poter dar forma a nuove opere ricche di emozioni e particolari inconfondibili, riuscendo a raggiungere quel sogno che da sempre rincorre instancabilmente, ossia la voglia di affermare sempre più l’artista che vive in lei.

34106_139861732696492_6766672_n

15747655_1585471351468849_4853882395672073195_n538833_460672240615438_1445704489_n

329251_337911216224875_1193764992_o
1918511_101084323240900_4695235_n

1918511_101084336574232_8152458_n

img_201608219_111334

img_201608229_104450

img_201610299_093357

img_201612341_092352

Raffaele Ricci

Raffaele Ricci nasce a London (Canada) il 15/09/1969, e vi rimane fino alla metà degli anni 70,quando si trasferisce in Italia, dove, finite le scuole d’obbligo e dopo aver frequentato un corso di cartellonistica ,lavora per un periodo in una agenzia pubblicitaria. Parallelamente alla sua attività scopre la pittura acrilica ed inizia cosi la produzione di lavori acrilici,sperimentando la stesura del colore su supporti quali tela, legno, il cartocino, aumentando, ed affinando nel contempo la sua grande capacità pittorica. Successivamente comincerà ad esporre i suoi lavori in mostre collettive,o estemporanee,dove arricchirà la sua tecnica.

La pittura del Ricci man mano che cresceva la sua produzione si è andata via via arricchendo di un tratto pittorico sempre più personale, che ha permesso a l’artista di variare i soggetti dei suoi quadri rimanendo però fedele al suo stile, con la sua pennellata pulita, non nervosa, egli ha sviscerato e capito la grande quantità di toni racchiusi nel pigmento di un colore che fino allora veniva considerato di serie inferiore, il colore acrilico.
La sperimentazione e la scoperta delle infinite tonalità degli acrilici è andata di pari passo con la strutturazione del tratto pittorico, con il quale il RICCI ha acquisito una padronanza del lavoro che, in seguito, gli ha permesso di avventurarsi misurarsi in campi, come quello del falso d’autore, con risultati impressionanti, in cui, nello spazio del quadro, annulla con uno sforzo psichico enorme la sua personalità per “essere”il pittore che stà emulando.
Il giovane artista ha acquisito la capacità, che è dei grandi di questa disciplina artistica, di “sentire” il colore plasmando attraverso la pennellata e trasferire così sulla tela la sua enorme sensibilità interiore raccontandole sue storie, non con la parola,ma con l’elemento più vicino e congeniale, il colore.

fanciulla africanaragazza con manto di pelle65172384