Angelo Avarello

Era il 1969  quando ebbi l’idea di fondare “I Teppisti” senza sapere che quel nome sarebbe rimasto indissolubilmente e legato alla mia vita e, perché no, al mondo della musica italiana. Ma ormai il dado era tratto Angelo con i suoi Teppisti già macinavano chilometri e riempivano pentagrammi. Dopo cinque anni di dura gavetta , da una mia iniziativa nel 1974 entrammo in sala di registrazione presso la New Star di MI  per registrare a nostra insaputa  il nostro primo successo, “Piccolo fiore dove vai” e “Io e te”. Tra il 1975 e il 1976 altri tre 45 giri: “Incontro” e “Bimba dagli occhi verdi”, “Salverò il mio amore” e “L’emigrante”, “Il canto degli uccelli” e “Tu amore mio”. Erano anni difficili, ma grazie alle radio libere in particolare Radio Out di Peppino Impastato che fu uno dei primi a credere in noi, Peppino non lo dimenticherò mai perché aver incrociato le nostre strade rappresenta ancora un dono prezioso che mi ha fatto questa vita , lui lottava per la libertà di pensiero ed io per l’amore e la passione per la musica.  Nel 1977 con  l’album “Tu Amore Mio” che includeva tutti gli otto brani precedenti e l’aggiunta di altri quattro, vendemmo oltre un milione e mezzo di copie in Europa ed oltreoceano; ricordo che mentre noi godevamo di questo momento magico, il 9 maggio del 1978, in una tragica mattina quando i telegiornali raccontavano del ritrovamento del corpo di Aldo Moro, seppi anche dell’omicidio di Peppino Impastato. Sicuramente una parte della nostra speranza crollò in quel preciso momento: soltanto la musica e la voglia di cambiare questa Sicilia e questa nostra Italia mi spinse ad andare avanti con  grinta e testardaggine. E’ stato quell’album che a novembre del 1978 ci portò per la prima volta in tour negli Stati Uniti. Non avrei mai creduto che nel corso degli anni avrei varcato l’Atlantico per altre dodici volte. Nel 1979 uscì “Sei tu l’amore” e ufficializzammo la società “I Teppisti dei sogni di Angelo Avarello e c snc”che ci fece sbarcare per due volte in Usa, Canada e Germania tra febbraio e ottobre del 1980. C’è una notte che non dimenticherò mai: la notte del Colombus day al Madison Square Garden di New York, e l’abbraccio delle undicimila persone che accolsero “La mia solitudine”, 33 giri pubblicato lo stesso anno del 1980, Seguito da altri concerti e applausi al Caruso di Boston e della Casa Italiana di New Jersey. Nel 1986  registrammo “Explosion” e dal 1988 al 1991  “Di nuovo insieme”, “Il meglio”, “I Teppisti dei Sogni” e “Vedo i Teppisti dei sogni”. Negli anni Novanta è stata la carriera solista a ridarmi l’entusiasmo di scrivere e comporre altre canzoni. Nel 1991 la raccolta “Vangelo day Teppisti dei Sogni”, dove ho riproposto 12 successi come “Suona chitarra”, “Piccolo Fiore”, “Volare”, “Salverò” ecc, con  l’inedito “Piccolo Pulcino”, promosso su Retequattro e TMCarlo ottenendo ottimi risultati di vendite. Dopo dodici anni, spinto da nuove motivazioni e dalle continue richieste, sono tornato negli States, ed è stata di nuovo magia. Nel 1992, da febbraio a giugno, riparto per Atlantic City, Boston, New York, Philadelphia e tante altre città. Con un po’ di imbarazzo, lo confesso, ho letto che il quotidiano “America Oggi”, mi aveva ribattezzato il “cantante dell’amore”. Tornato in Italia, la mia voglia di cambiare ha di nuovo preso il sopravvento e l’impeto artistico dei miei 36 anni di età mi ha spinto a lasciare la mia terra natale per trasferirmi ad Aprilia, città che mi ha accolto e aiutato a crescere ancor di più. Nel 1993 uscii con la raccolta “la collection per sognare ancora”, seguendo con un cd inedito “Maria”, contenente due canzoni in dialetto siciliano, dedicate ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino,  “Oh terra mia” e “Si torni tu”, accolte dalla critica con ovazione , sia nel tour in Francia che su Rai Uno nel programma  Telethon. Subito dopo eccomi di nuovo su un aereo, ancora in tour in Usa e in Francia con “Sold Out” in tutti i teatri. Nel 1996 arriva  l’album “Eri tutto”, nel 1997  “I Grandi successi” e il cd inedito “Vita da cane”. È un periodo molto prolifico e, per l’undicesima volta, quell’anno volo di nuovo in America. Il tour questa volta tocca Atlantic City, New York, Boston, Pittsburg e Chicago concludendosi a Toronto al colosseum. Nel 1999 il cd “Piccolo fiore e le più belle canzoni di Angelo dei Teppisti dei Sogni”, con tre brani inediti, “Balla”, “Abbracciami più forte” e “Piccola stella”. Ed è così che mi affaccio al nuovo millennio con “Pensaci” proponendo un cd per gli appassionati del ballo. Nel 2002, dopo vari spettacoli in Germania, Usa e Italia nasce “La Storia Continua”, cd contenente dodici brani inediti, tra cui “Padre Nostro”, presentato alla selezione del Festival di Sanremo. Nel 2004 dopo 14 album in studio decisi di fermare il tempo, con un album live “Concerto D’amore da Piccolo Fiore a Piccola Foglia”, e nel 2006 L’album “L’amore che provo per te” distribuito dal settimanale  RadiocorriereTV. Sono periodi che ricordo sempre con un sorriso, perché il singolo“La mia amica del cuore” mi porta ad essere ospite fisso del programma televisivo “Matinèe” su Rai Due ed il Premio RadiocorriereTV. Nel 2007 arriva la raccolta di 23 successi “Gli Imperdibili” con ”S.M. I. di Mi”. Ed eccomi proiettato di nuovo in tour negli States, al “Christ the King High School”, per una serie di spettacoli uno dei quali per beneficenza, con incasso devoluto a favore della famiglia del poliziotto Filippo Raciti, morto nel derby Catania Palermo. 2008  “Siamo andati a Nassiriya” e la “Raccolta di successi”, contenente tre Cd con 38 brani e 12 basi audio per gli appassionati del canto. Nel 2009 Mi affidano  la direzione d’orchestra per Simona Molinari e la signora della canzone italiana, Ornella Vanoni , al teatro “Ariston” per il 59esimo Festival di Sanremo dove Insieme interpretano il brano “Egocentrica” , prodotto e arrangiato da Carlo Avarello. Già, Carlo, mio figlio, che per qualche anno mi ha seguito in tour come chitarrista, diventato il più giovane produttore d’Italia. Nel 2010 il singolo “Il mio cuor non ha catene”, 2011 il singolo “C’è cu mangia assa’ e cu talija” e nel 2012 la raccolta “Passato Presente e Futuro, piccolo fiore e altri successi ” con  l’inedito “T’amo e t’amerò”. Morale della favola! Angelo come teppista  c’è, c’è sempre stato e ci sarà sempre… Con  stima e affetto, Angelo Avarello voce e piano, Marco guitars e vox, Franz basso e cori , Mario batteria e cori,  Paolo guitars e voce.

Sito Ufficiale di Angelo Avarello

197176_1012590169277_198_n

——-13627118_10208433955600702_3950273111611470601_n

13165892_10208010740580591_3932272581963453510_n

384789_2554363992659_1936265836_n

526581_4043068369338_587521339_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...