Francesco Guadagnuolo

Egli opera tra Roma, Parigi e New York. Diplomato presso l’Istituto d’Arte “Filippo Juvara” di San Cataldo (CL), ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Roma conseguendo il titolo di Maestro d’Arte. Pittore, scultore, incisore. L’attività artistica è stata segnata dagli incontri con alcuni grandi protagonisti della cultura e dell’arte del Novecento, tra cui: Giacomo Manzù, Indro Montanelli, Pericle Fazzini, Mario Ursino, Cesare Zavattini. Nel 1978 ha conosciuto l’Arcivescovo Mons. Fallani, Presidente della Pontificia Commissione Centrale per l’Arte Sacra in Italia, da quest’incontro Guadagnuolo sarà considerato come uno dei più apprezzati e persino geniali artisti dell’arte sacra contemporanea, «Sa comprendere la realtà in cui vive – diceva di lui Giovanni Fallani – e, conservando sullo sfondo delle cose il suo acceso calore siciliano, sa essere, in questi anni irrequieti, un testimone di riflessioni giuste e di poesia». Frequentando la Pontificia Commissione Guadagnuolo si dedicò lavori di tema religioso commissionati dall’eccellente prelato. La sua intensa attività artistica gli ha consentito di inserirsi nei circuiti internazionali dell’arte con mostre tenute in Musei, Accademie, Filarmoniche e Gallerie di New York, Los Angeles, Buenos Aires, Città del Messico, Vienna, Madrid, Barcellona, Parigi, Francoforte, Zurigo, Basilea, Londra, Copenaghen, San Pietroburgo, Mosca, Istanbul, Tokio e Warszawa.rk.

Saltando da una opera all’altra: In occasione dell’Anno Mariano, indetto da Giovanni Paolo II, Guadagnuolo ha lavorato ad un ciclo di dipinti su “La Vita di Maria”. La sua opera è stata presentta per l’apertura dell’Anno Mariano al Santuario romano della Madonna del DivinoAmore (1987); Nel 1988 l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana “Giovanni Treccani” ha curato un’antologica in segno di riconoscimento artistico-culturale, dove viene presentata la “Crocifissione”, definita dal Vescovo Garlato, della Pontificia Commissione di Arte Sacra ‹‹… una delle opere più grandi ed importanti del nostro secolo››. ‹‹La nota “Crocifissione” – scrive Renato Civello – colpisce la critica, i cui esponenti ritengono Guadagnuolo interprete del nuovo realismo italiano del dopo Guttuso››; “Il Debito Estero”-verso una nuova solidarietà esposto permanentemente nella prestigiosa Sala dell’ECOSOC del Palazzo di Vetro di New York, come già era avvenuto con Giacomo Manzù e Arnaldo Pomodoro; nelle elezioni presidenziali USA, del novembre 2012, Francesco Guadagnuolo, con una mostra itinerante dal titolo “Barack Obama”, rende omaggio al riconfermato Presidente.

di Marina Cozzo

Clicca qui per visitare il Sito ufficiale del Maestro

383562_336417663087548_700753327_n

582117_336388613090453_1678586209_n

521620_336406809755300_285849437_n

533918_336416023087712_204854910_n

294898_355234971205817_1568692047_n

551926_336407413088573_379436089_n

575937_336415586421089_1477524771_n

524410_331274206935227_826587656_n

537734_502660859796560_810295710_n

465636_355231517872829_2013768030_o

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...